Homepage Navigazione principale Contenuto principale Footer

Il CdA di Mediobanca approva il Codice di Internal Dealing

Il Consiglio di Amministrazione di Mediobanca, riunitosi oggi, sotto la presidenza del dott. Francesco Cingano, ha adottato il Codice di Comportamento in materia di Internal Dealing in ottemperanza alle disposizioni del Regolamento dei mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana S.p.A.. I soggetti definiti quali "persone rilevanti" comunicano a Mediobanca - entro il secondo giorno di calendario successivo al termine di ciascuna decade - le operazioni relative agli strumenti finanziari dell'Istituto aventi contenuto di capitale che nell'arco della decade di riferimento risultino, singolarmente o tra loro cumulate, di importo pari o superiore alla soglia di ? 5.000. Le persone rilevanti comunicano altresì senza indugio alla Società le suddette operazioni - effettuate e non precedentemente comunicate nel termine di dieci giorni - che risultino, singolarmente o tra loro cumulate, di importo superiore alla soglia di ? 25.000 (operazioni significative). Mediobanca provvede - secondo tempi e modi stabiliti dal Regolamento della Borsa Italiana e relative Istruzioni - alla comunicazione al mercato delle informazioni ricevute. Alle persone rilevanti è fatto divieto di compiere le predette operazioni nei 30 giorni precedenti la comunicazione al pubblico dell'approvazione, da parte del Consiglio di Amministrazione, del progetto di bilancio annuale e della relazione semestrale nonché nei 15 giorni precedenti quella di approvazione dei risultati trimestrali. E' fatta comunque salva la facoltà del Consiglio di Amministrazione e dell'Amministratore Delegato, senza necessità di ulteriore specifica autorizzazione del Consiglio stesso, di individuare ulteriori periodi o circostanze in cui l'effettuazione di operazioni è soggetta a limiti e condizioni. La comunicazione non è dovuta nel caso di operazioni relative all'esercizio di stock options o di diritti di opzione, precisandosi che permangono oggetto di comunicazione le vendite delle azioni oggetto di tali atti. In coerenza con la rinuncia all'assegnazione di stock options, l'Amministratore Delegato si è impegnato a non effettuare operazioni per conto proprio sulle fattispecie oggetto dell'obbligo di comunicazione né direttamente né tramite familiari né per interposta persona.
Il regolamento entra in vigore il 1° gennaio prossimo. Il testo verrà messo a disposizione presso la Borsa Italiana.

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente.