Eni cede 90% IP ad API

Il CdA di Eni nell'adunanza del 13 aprile 2004 ha deliberato la vendita ad API (Anonima Petroli Italiana) della partecipazione del 90% nella IP (Italiana Petroli S.p.A.), con clausola di put and call del residuo 10% da esercitarsi nel secondo semestre del 2010. Il valore della transazione è di 186 milioni di euro per il 100% delle azioni. IP detiene una quota di mercato del 7% circa nella commercializzazione dei carburanti sulla rete. L’operazione è stata sottoposta all’approvazione dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. Mediobanca ha agito in qualità di consulente finanziario di Eni S.p.A.

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente.