Deciso il rinnovo del Patto di sindacato di Mediobanca a far tempo dal 1 luglio 2001

L'Assemblea dei Partecipanti al Patto di sindacato di Mediobanca riunitasi il 20 marzo 2001 ha espresso unanime parere favorevole al rinnovo del Patto a far tempo dal 1 luglio 2001 dando mandato al Professor Ariberto Mignoli affinché, coadiuvato dai Professori Berardino Libonati e Piergaetano Marchetti, proceda alla stesura finale del testo ed alla raccolta delle sottoscrizioni entro il 1 luglio 2001.


Lo schema sul quale l'Assemblea ha espresso parere favorevole:
- non contiene sostanziali variazioni quanto ai Partecipanti ed alle quote di partecipazione;
- mantiene il sostanziale equilibrio tra soci bancari ed altri investitori;
- fermi i più alti possessi in essere, conferma - per il gruppo B - il limite ordinario del 2% del capitale di Mediobanca, innalzabile in casi particolari al 5% con sterilizzazione del voto nel Patto di Sindacato per l'eccedenza rispetto al 2%, salvo deroghe da concedersi dall'Assemblea del Sindacato.


Sulla Corporate Governance, riservata ogni finale valutazione e determinazione di competenza degli organi sociali, l'Assemblea del Patto di Sindacato ha condiviso l'ipotesi:
- di nominare due Vice Presidenti ;
- di meglio definire le materie di esclusiva competenza del Consiglio di Amministrazione;
- di istituire un Comitato per le remunerazioni ed un Comitato Nomine;
- di facilitare le riunioni con cadenza di regola mensile del Comitato Esecutivo anche mediante la previsione di adunanze per video o teleconferenza.


L'Assemblea ha preso atto che il Presidente di Mediobanca convocherà quanto prima il Consiglio per approvare le modifiche statutarie da sottoporre ad una prossima Assemblea Straordinaria di Mediobanca.

L'Assemblea ha concordemente preso atto che agli organi sociali di Mediobanca spetta ogni determinazione in ordine all'operazione Euralux.
 

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente.