Homepage Navigazione principale Contenuto principale Footer

La joint venture tra Borsa Italiana ed Euronext acquisisce la maggioranza di MTS

Borsa Italiana ed Euronext hanno annunciato che la maggioranza degli azionisti di Società per il Mercato dei Titoli di Stato S.p.A. ("MTS") ha accettato l'offerta congiunta delle due società per l'acquisizione di una quota pari ad almeno il 51% delle azioni di MTS. MTS è una delle principali piattaforme elettroniche per la trattazione all'ingrosso di titoli obbligazionari europei, e in particolare di Titoli di Stato e di emittenti sovranazionali. Borsa Italiana e Euronext si sono impegnate a sottoscrivere, attraverso una joint venture detenuta al 51% da Euronext e al 49% da Borsa Italiana, almeno il 51% del capitale di MTS. Si sono inoltre dichiarate disponibili ad aumentare la propria partecipazione fino al 100%. L'offerta implica una valutazione pari a 245 milioni di euro per il 100% del capitale di MTS, equivalenti a circa 322 euro per azione. La joint venture sarà priva di debito. L'acquisizione prevede la sottoscrizione di un aumento di capitale riservato alla joint venture, i cui proventi verranno distribuiti agli attuali azionisti. Il rimanente 49% delle azioni di MTS posseduto dagli attuali azionisti sarà oggetto di un processo di compravendita, che coinvolgerà gli stessi azionisti e i dealers del mercato MTS: al termine del processo la joint venture tra Borsa Italiana ed Euronext acquisirà le eventuali azioni rimaste invendute. La joint venture deterrà quindi una quota compresa tra il 51% e il 100% del capitale di MTS. Il closing dell'operazione è previsto per la fine di novembre 2005. L'operazione è inoltre soggetta alle approvazioni da parte delle autorità regolamentari e dell'Antitrust, ove necessario. Mediobanca ha assistito Borsa Italiana S.p.A. in qualità di advisor finanziario in tutte le fasi dell’operazione.

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente.