Palazzi storici

Mediobanca è attenzione all’accoglienza in ogni dettaglio. Lo dimostrano le sedi storiche del gruppo dove si fondono tradizione, storia e attenzione al cliente.

Sono tre i palazzi di rappresentanza del gruppo presenti nel Paese di cui due a Milano e una Roma. Nel capoluogo lombardo, dove il gruppo è stato fondato nel 1946, si trovano sia la sede storica di Mediobanca in Piazzetta Cuccia, sia l’Archivio “Vincenzo Maranghi”. Siamo poi presenti nella capitale in Piazza di Spagna in un palazzo conosciuto fino ai primi del ‘900 come “Hôtel de Londres”.

 

PALAZZO VISCONTI-AJMI: SEDE MEDIOBANCA A MILANO

Palazzo Visconti-Ajmi è sede di Mediobanca dalla sua fondazione, il 10 aprile del 1946. Le origini dell’edificio risalgono al 1589-1599 quando Giuseppe Archinto acquisisce i terreni per costruirvi una casa nobiliare familiare. Il palazzo passa nel corso degli anni prima alla famiglia Riva, poi ai Visconti, poi ai Visconti Ajmi fino ai Turati ed è oggetto di numerose opere, ampliamenti e restauri. L’ultimo di deve a Fausto Bagatti-Valsecchi che, a fine Ottocento, operò un restauro in stile neorinascimentale. 
Nel 2000 la piazzetta antistante al palazzo è stata dedicata a Enrico Cuccia, fondatore e direttore generale del gruppo, legando ancor di più i destini dell’edificio a quelli di Mediobanca.
Per scoprire di più sul palazzo Visconti-Ajmi visitate l’archivio storico

 

PALAZZO DEL TEATRO DEI FILODRAMMATICI: ARCHIVIO STORICO “VINCENZO MARANGHI”

L’Archivio ha sede a Palazzo del Teatro dei Filodrammatici, inaugurato nel 1800 all’interno della chiesa sconsacrata di San Damiano alla Scala risalente al XIV secolo. Il palazzo è stato riscostruito da Mediobanca nel 1970 quando l’istituto vi trasferì alcuni dei suoi uffici. 
Per scoprire di più sul palazzo del Teatro dei Filodrammatici visitate l’archivio storico

 

"HÔTEL DE LONDRES": SEDE MEDIOBANCA A ROMA

Mediobanca acquista l’edificio, sede della sua rappresentanza romana dal 1954, nel 1995 da Banca Commerciale Italiana. In precedenza il palazzo era noto come "Hôtel de Londres" evocato persino da Alexandre Dumas ne “Il conte di Montecristo”. Ma le origini dell’edificio sono molto più lontane: sotto la pavimentazione del cortile sono stati trovati i resti di una domus patrizia. 
Per scoprire di più sul palazzo in Piazza di Spagna visitate l’archivio storico

Ultima revisione: 08/11/2018