Collegio Sindacale

Il Collegio Sindacale svolge la funzione di controllo di legalità per assicurare la corretta gestione della Banca. I suoi compiti riguardano anche l’adeguatezza dell’assetto organizzativo e del sistema di controlli interni.

Il collegio sindacale è investito dei poteri previsti dalle disposizioni normative e regolamentari vigenti, riferisce a Banca d’Italia in merito a irregolarità gestionali o violazioni della normativa riscontrate nello svolgimento dei propri compiti.

In particolare vigila su:

  • l’osservanza delle norme di legge, regolamentari e statutarie nonché il rispetto dei principi di corretta amministrazione;
  • l’adeguatezza dell’assetto organizzativo e amministrativo-contabile della società e il processo di informativa finanziaria;
  • la completezza, adeguatezza e funzionalità e affidabilità del sistema dei controlli interni e del risk appetite frame work (RAF);
  • il processo di revisione legale dei conti annuali e dei conti consolidati;
  • l'indipendenza della società di revisione legale, in particolare per quanto concerne la prestazione di servizi non di revisione;
  • la completezza, adeguatezza, funzionalità e affidabilità del piano di continuità operativa.

Il collegio partecipa alle riunioni del consiglio di amministrazione, del comitato esecutivo e dei comitati endoconsiliari per i quali il regolamento di funzionamento del consiglio di amministrazione prevede la loro partecipazione. È pertanto informato in via continuativa sull’attività svolta e sulle operazioni di maggior rilievo economico, finanziario e patrimoniale, effettuate dalla società o dalle società controllate, quelle con parti correlate nonché sulle operazioni in cui gli amministratori abbiano un interesse proprio o di terzi.

 

COMPOSIZIONE

Il collegio sindacale è composto da tre membri effettivi e tre supplenti, nominati dall’assemblea del 28 ottobre 2017, e in carica per gli esercizi 2018,2019 e 2020.

Natale Freddi** Presidente
Laura Gualtieri* Sindaco Effettivo
Francesco Di Carlo* Sindaco Effettivo
Alessandro Trotter* Sindaco Supplente
Barbara Negri* Sindaco Supplente
Stefano Sarubbi** Sindaco Supplente

* Tratti dalla lista presentata dall’azionista Unicredit S.p.A. titolare dell’8,46% del capitale sociale
** Tratto dalla lista di minoranza presentata da un gruppo di investitori titolari dell’3,89% del capitale sociale

PROFILO PRESIDENTE E sindaci effettivi

NATALE FREDDI

natale freddi
Dal 2011 è Presidente del Collegio Sindacale di Mediobanca.

Nato a Rho (Milano) il 6 giugno 1952.

Carriera Professionale

Laurea in Economia e Commercio presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.
Iscritto all’Albo dei  Dottori Commercialisti di Milano e al registro dei Revisori Contabili.
Membro per 11 anni della Commissione Servizi Finanziari di Assirevi (Associazione delle società di Revisione).
Dal 2010 svolge attività professionale presso il proprio studio; dal 1992 al 2010 socio di "Assurance and Advisory Business Services practice - Financial Services "di Ernst & Young Italia - società di revisione Internazionale; dal 1992 al 1997 Ernst & Young Firenze; dal 1980 al 1992 assistente poi manager di Ernst Young; dal 1978 al 1980 ha lavorato presso il servizio Internal Audit Augusta Elicotteri; dal 1971 al 1978 ha lavorato presso la Banca di Legnano.
Specializzato nella revisione contabile di banche e istituzione finanziarie (tra le quali:  Banca Monte dei Paschi di Siena, Capitalia, Banca Popolare Commercio e Industria ; ABN AMBRO, UBS e ING; Mediolanum, Henderson, State Street, Invesco e altri importanti gruppi quali Nuovo Pignone, Snamprogetti, Antinori, Ferragamo, Savino del Bene. 
Altre significative attività professionali: Analisi dei modelli organizzativi sulla responsabilità amministrativa degli enti di cui al d.lgs. 231/1200; Analisi e valutazione dei modelli adottati per l'individuazione dei rischi e dei controlli interni con riferimento all'attività del "dirigente preposto"; Valutazione di banche e istituzioni finanziarie in connessione con processi di ristrutturazione societaria; partecipazione ad attività di due diligence finanziario connesse ad acquisizioni societarie.

 

LAURA GUALTIERI

laura gualtieri
Dal 2014 è Sindaco Effettivo di Mediobanca.

Nata a Reggio Emilia 18 ottobre 1968.

Carriera Professionale

Laureata con lode in economia aziendale, presso l'Università Commerciale "Luigi Bocconi" di Milano, e in giurisprudenza, a pieni voti, presso l'Università Statale di Milano, è iscritta all'Albo degli Avvocati, all’Ordine dei Dottori Commercialisti e al Registro dei Revisori Legali. 

Dal 2004  è partner dello studio tributario e fiscale Tremonti Romagnoli Piccardi e Associati, con il quale ha iniziato a collaborare nel 1998. In precedenza è stata consulente presso un altro primario studio fiscale.
Da anni svolge un’attività di consulenza e assistenza fiscale per primari gruppi industriali, commerciali e finanziari, occupandosi prevalentemente di M&A, riorganizzazioni societarie e di fiscalità internazionale. Ha sviluppato un’approfondita conoscenza delle problematiche fiscali del settore immobiliare.
È docente del Master in Diritto Tributario d’Impresa dell’Università Bocconi e del Master Tributario IPSOA (del quale è anche membro del comitato scientifico).
Partecipa regolarmente come relatrice a convegni e a seminari specialistici. 

 

FRANCESCO DI CARLO

de carlo
Dal 2017 è Sindaco Effettivo di Mediobanca.

Nato a Milano il 4 ottobre 1969.

Carriera Professionale

Laurea in Economia e Commercio presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.
Iscritto all'Albo dell'Ordine dei Dottori Commercialisti di Milano ed al Registro dei Revisori Contabili.
Socio fondatore e Managing Partner di FIVELEX Studio Legale, ha avviato la propria attività nel 1995 e, dopo importanti esperienze in primari studi italiani, nel 2000 ha partecipato quale socio fondatore alla costituzione dello Studio Annunziata e Associati, dove ha operato fino alla costituzione di FIVELEX Studio Legale.
Ha una consolidata esperienza nella consulenza a istituzioni finanziarie e fondi comuni di investimento italiani ed esteri in materia di normativa bancaria, finanziaria, assicurativa e nel diritto societario. Le sue aree di maggiore competenza includono la costituzione e autorizzazione di operatori dell’industria finanziaria e fondi, le operazioni di M&A e le riorganizzazioni societarie italiane e internazionali, la prestazione di attività riservate su base transfrontaliera, la strutturazione di prodotti finanziari e l’assistenza agli intermediari nella fase amministrativa dei procedimenti sanzionatori avviati dalle Autorità di vigilanza. Ha inoltre maturato una significativa esperienza sulla regolamentazione delle società quotate, in particolare in ambito di tutela delle minoranze, corporate governance, operazioni con parti correlate, obblighi informativi e market abuse. Ha assistito primari investitori istituzionali internazionali nella gestione delle loro partecipazioni in emittenti quotati nelle diverse fasi dell’investimento, inclusi l’intervento nella governance e le azioni di risarcimento. È spesso coinvolto su progetti innovativi connessi a cambiamenti normativi nelle aree di sua competenza. Opera da anni con le principali Authority italiane e internazionali.
Nel 2016, 2017, 2018 e 2019  è stato segnalato da Who’s Who Legal Private Funds come “one of the leading advisers in the Italian funds industry, assisting asset managers and investment funds”, “a highly experienced private funds lawyer with a superb reputation for providing expert advice to financial institutions, funds and asset managers”. Nel 2016, nel 2017 e nel 2018 è stato incluso tra i 50 professionisti italiani che hanno lasciato il segno nella consulenza d’affari secondo Legalcommunity.it. Nel 2018 è stato premiato come Professionista dell’Anno nella categoria Finance Regulatory ai Legalcommunity Finance Awards.
Dal 2007 al 2016 è stato Presidente della Commissione Normativa  dell’Associazione Italiana Private Banking, della quale è tuttora membro.
Ha ricoperto e ricopre incarichi in primarie società del suo settore di competenza. 

I REQUISITI

Lo Statuto prevede che non possono essere membri del collegio sindacale coloro che:
  • ricoprono cariche in organi diversi da quelli di controllo in altre società del gruppo Mediobanca nonché in società nelle quali Mediobanca detiene, anche indirettamente, una partecipazione strategica
  • coloro che ricoprono l'incarico di consigliere di amministrazione, dirigente o funzionario in società o enti, ovvero comunque collaborino alla gestione di imprese, che operino, direttamente o indirettamente, e anche per mezzo di società controllate, negli stessi settori di Mediobanca.
Al fine di recepire le novità introdotte dalla legge in materia delle “quote di genere” per la composizione del collegio sindacale, l’assemblea del 27 ottobre 2012 ha introdotto nello statuto sociale un criterio di riparto nella composizione degli organi sociali che assicuri l’equilibrio tra il genere femminile e maschile in modo che quello meno rappresentato ottenga almeno un quinto (nel corso del primo mandato) o un terzo (nei due successivi mandati) dei sindaci effettivi. La sua composizione assicura anche l’equilibrio tra i generi previsto dalla Legge n. 120/2011.

Ultima revisione: 04/03/2019