Consumi energetici

I consumi energetici del Gruppo sono legati principalmente all’utilizzo dei sistemi di riscaldamento e condizionamento, al funzionamento del data center e delle server room, ai sistemi d’illuminazione degli uffici e ai viaggi di lavoro dei dipendenti.

Attualmente tutto il Gruppo Mediobanca in Italia utilizza energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili, secondo quanto stabilito da un accordo quadro che prevede l’acquisto da CVA Energie, di energia certificata tramite “Garanzia di Origine”. Anche l’energia elettrica utilizzata per il data center proviene da fornitura di energia elettrica da fonti 100% rinnovabili.

All’estero, le sedi di Londra, Parigi e Madrid utilizzano energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili, così come le società Cairn Capital, Mediobanca International, Mediobanca Management Company e la sede di Milano di RAM. Inoltre, CMB Monaco ha ottenuto il certificato EGEO che attesta l’approvvigionamento di energia elettrica da fonti rinnovabili e l’etichetta e+ per i siti.

Il Gruppo monitora le proprie emissioni dirette derivanti dal consumo di energia, ovvero di gas naturale e gasolio per il riscaldamento e di carburanti per la gestione della flotta aziendale (Scopo 1), le emissioni indirette derivanti dal consumo di energia elettrica acquistata da terzi (Scopo 2 Market based e Location based), nonché dalle trasferte dei propri collaboratori in treno e in aereo (Scopo 3).
 

Le principali iniziative di efficienza energetica e di riduzione delle emissioni di CO2

Il Gruppo Mediobanca si impegna a migliorare la gestione energetica e a tale scopo, nel corso dell’anno fiscale 2020-2021, ha sviluppato diverse iniziative per la riduzione dei consumi:

  • installazione di sistemi di rilevazione presenze per l’illuminazione di alcune sale riunioni in via Filodrammatici (Milano) oggetto di ristrutturazione e nei servizi igienici dell’edificio di Foro Bonaparte;
  • sostituzione dei serramenti dell’edificio di Foro Bonaparte;
  • mantenimento dell’impostazione di parametri di spegnimento automatico delle fotocopiatrici per risparmiare energia elettrica; 
  • utilizzo di apparecchi dotati di impostazione per il risparmio energetico: i circa 3.000 telefoni VoIP attivano il power saving dalle 18.00 alle 06.00, i monitor dopo 5 minuti di inattività e i PC portatili dopo 15 minuti.

Sono stati, inoltre, installati sistemi di monitoraggio energetico per le sedi di Mediobanca (via Filodrammatici), di Compass, CheBanca! e MIS.

Al fine di ridurre le emissioni di CO2, il Gruppo continua a promuovere iniziative mirate a:

  • favorire l’utilizzo di videoconferenze per ridurre gli spostamenti dei dipendenti e, di conseguenza, le emissioni di CO2. Grazie a tale iniziativa, nell’anno di rendicontazione sono state evitate oltre 800 tonnellate di emissioni di CO256;
  • mantenere i corsi formativi fruibili in modalità e-learning;
  • ridurre l’uso dei mezzi di trasporto privato individuale grazie al servizio di navetta aziendale per la sede Compass di Milano (servizio tra la stazione di Lotto e la sede in Via Caldera), alla convenzione con ATM per gli abbonamenti dei dipendenti Chebanca! e al servizio navetta su prenotazione MIS (Mediobanca MISposto);
  • gestire la flotta aziendale tramite criteri che promuovono il rispetto dell’ambiente. Il parco auto del Gruppo è composto da veicoli con motori a limitate emissioni di CO2. Sono state inoltre inserite in griglia auto ibride plug-in al fine di raggiungere il 90% di auto ibride nella flotta aziendale nel 2023, come indicato nel Piano Strategico;
  • istituire la figura del Mobility Manager aziendale, il cui principale obiettivo è disegnare soluzioni che coniughino il benessere delle persone e la sostenibilità nei luoghi di lavoro, creando il Piano Spostamenti Casa Lavoro (PSCL) finalizzato a ridurre l’uso dei mezzi privati dei dipendenti e supportare le iniziative di ottimizzazione degli orari di lavoro, offrendo le migliori soluzioni di trasporto alternative, a basso impatto ambientale.

Sono state inoltre realizzate le seguenti iniziative:

  • sostegno alla mobilità elettrica tramite l’installazione di un’altra unità per la ricarica di auto elettriche e ibride plug-in presso la sede di MIS, in aggiunta a quelle già installate nell’esercizio precedente (cinque unità presso la sede di Mediobanca e due unità presso la sede di Compass); 
  • utilizzo di un furgone 100% elettrico per il servizio MIsposto e il servizio di posta giornaliero tra le sedi di MIS e le altre società del Gruppo.

A partire dall’esercizio 2020-2021 è stata introdotta una revisione della metodologia di calcolo delle emissioni della flotta auto. La nuova metodologia “case costruttrici”, che sostituisce quella di ABI, utilizzata a partire dal 2018-2019, permette di monitorare con maggior precisione l’evoluzione dell’efficientamento delle emissioni del parco auto.

A seguito del cambio di metodologia, si registra una riduzione delle emissioni dovuta anche alla graduale sostituzione della flotta con auto ad emissioni ridotte e alla diminuzione dei chilometri percorsi a causa della pandemia.

CONSUMI ENERGETICI DIRETTI
  Unità 2020/2021 2019/2020 2018/2019
Consumi energetici diretti GJ 49.742,23 58.061,53 59.882,74
Da fonti non rinnovabili   26.606,01 23.602,82 25.111,42
Diesel   3,60 - 396,21
Gas naturale   26.602,41 23.602,82 24.715,21
Da utenze non intestate   16.928,16 13.679,90 nd
Da utenze intestate   9.674,25 9.922,92 nd
Da auto aziendali   23.136,22 34.458,71 34.771,32
Diesel   17.858,91 28.354,15 30.530,34
Benzina   5.277,30 6.104,56 4.240,98

 

CONSUMI ENERGETICI INDIRETTI
  Unità 2020/2021 2019/2020 2018/2019
Consumi energetici indiretti GJ 86.309,16 88.435,55 87.866,55
Elettricità   85.325,40 87.236,38 86.735,63
Da fonti non rinnovabili   757,02 1.917,39 9.586,10
Da fonti rinnovabili   84.568,38 85.318,98 77.149,53
Energia termica   983,76 1.199,17 1130,92
Da fonti non rinnovabili   250,02 219,88  1130,92
Da fonti rinnovabili   733,74 979,28 0

Emissioni di CO2

Monitoriamo le nostre emissioni dirette derivanti dal consumo di energia, ovvero di gas naturale e gasolio per il riscaldamento e di carburanti per la gestione della flotta aziendale  (Scopo 1), le emissioni indirette derivanti dal consumo di energia elettrica acquistata da terzi (Scopo 2 – Market based e Location based ), nonché dalle trasferte dei nostri collaboratori in treno e in aereo (Scopo 3). 

Attualmente utilizziamo energia elettrica proveniente al 94% da fonti rinnovabili certificate.

Abbiamo raggiunto la neutralità climatica (Scopes 1 e 2), compensando le nostre emissioni dirette di CO2 rimanenti dopo le azioni domestiche di mitigazione.

co2

La compensazione è stata resa possibile dall’acquisto di crediti di carbonio generati da progetti di tutela ambientale in Paesi in via di Sviluppo.

EMISSIONI DI CO2 DIRETTE E INDIRETTE
  Unità 2020/2021 2019/2020 2018/2019
Emissioni dirette (Scopo 1) TonCO2 3.258,38 3.928,80 4.051,82
Da fonti non rinnovabili (gas naturale, gasolio)   1.539,07 1.368,05 1.463,82
Da fonti rinnovabili (benzina e diesel)   1.719,31 2.560,76 2.588
Emissioni indirette (Scopo 2) - market based   65,06 162,89 918,14
Da energia elettrica e termica   65,06 162,89 918,14
Emissioni indirette (Scopo 2) - location based   6.818,51 7.527,66 7.542,03
Da energia elettrica e termica   6.818,51 7.527,66 7.542,03
Emissioni indirette derivanti dalla mobilità aziendale (Scopo 3)   112,82 1.527,12 2.735,96
Da aerei   83,24 1.370,37 2.548,60
Voli nazionali   40,22 298,52  452,10
Voli internazionali   43,02 1.071,85 2.096,50
Da treni   27,24 137,37 176,92
Alta velocità   25,26 124,95 164,00
Altre tipologie   1,98 12,42 12,92
Da auto di servizio di terzi   2,34 19,38 28,43

 

 

INTENSITA' ENERGETICA
  Unità 2020/2021 2019/2020 2018/2019
Intensità energetica diretta Kwh/m  84,10 95,65 95,65
Intensità energetica indiretta   145,93 145,68 150,28

 

INTENSITA' DELLE EMISSIONI
  Unità 2020/2021 2019/2020 2018/2019
Intensità delle emissioni (Scopo 1) tCO 2/m2  0,0198 0,0235 0,0249
Intensità delle emissioni (Scopo 2)   0,0003 0,0009 0,0057

L’incremento nella fornitura di energia elettrica da fonti rinnovabili ha comportato un beneficio nelle emissioni di Scopo 2 market-based, che risultano in diminuzione. Il Gruppo registra una significativa riduzione delle emissioni Scopo 3 dovuta alla notevole riduzione dei viaggi di lavoro a causa del lockdown seguito alla pandemia Covid-19. 
Il Gruppo ha registrato inoltre le seguenti emissioni di gas nocivi per l’ozono: 132,8 Kg di ODS (di cui 50,8 kg di R-410A)67, 800,38 Kg di NOX e 15,81 Kg di SO268. L’aumento nelle emissioni ODS è dovuto a un maggior numero di guasti avvenuti agli impianti di climatizzazione. Le emissioni di NOx e SO2 risultano in linea rispetto al precedente esercizio.

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente.

è per il risparmio energetico

Questa schermata consente al tuo monitor di consumare meno energia quando il computer resta inattivo.

Per riprendere la navigazione ti basterà muovere il mouse.