Cultura, Ricerca e Innovazione

L’impegno del Gruppo Mediobanca nell’ambito della cultura e della ricerca testimonia una consapevolezza della responsabilità sociale dell’impresa anche sul piano civile e sociale, nel nome di un ruolo che non si esaurisce nelle finalità economiche.

Sin dalla sua fondazione, Mediobanca ha promosso numerose iniziative editoriali e si è impegnata a valorizzare il proprio patrimonio architettonico e documentario.

Non meno rilevante è l'attenzione alla ricerca in campo scientifico ed economico che rappresenta il tratto caratteristico del Gruppo.

 

AREA STUDI MBRES

L’Area Studi di Mediobanca, attiva fin dal 1946, è un centro di analisi e ricerca economico-finanziaria specializzato.

L’Area Studi è costituita dall’Ufficio Studi e dalla Ricerche e Studi (R&S).

La R&S pubblica studi su temi che interessano le imprese, i settori economici e i mercati finanziari nazionali e internazionali.

Le ricerche dell’Ufficio Studi si sviluppano invece lungo il filone dell’analisi finanziaria e dello studio dei settori industriali.

La maggior parte degli Studi è disponibile e consultabile gratuitamente nel sito internet dedicato www.mbres.it

ARCHIVIO STORICO MEDIOBANCA “VINCENZO MARANGHI”

Dal giugno 2012 l’Archivio Storico è intitolato alla figura di Vincenzo Maranghi. L’Archivio, consultabile per via digitale, è in continuo aggiornamento e comprende documenti relativi alla storia e all’attività della banca.

Nel giugno 2014 l’Archivio è stato dichiarato d’interesse storico nel quadro delle norme del Codice dei Beni Culturali e Paesaggistici della Lombardia.

BIBLIOTECA STORICA MEDIOBANCA

Con la Biblioteca Storica, inaugurata nel 2014, Mediobanca ha messo a disposizione del pubblico le preziose collezioni sulla storia dell’analisi economica italiana e internazionale raccolte negli anni da Enrico Cuccia, Vincenzo Maranghi e Ariberto Mignoli.

RACCOLTA DEGLI SCRITTI DI ENRICO CUCCIA

Pubblicato nel 2007 e presentato il 4 dicembre dello stesso anno a Palazzo Reale in occasione del centesimo anniversario della nascita di Enrico Cuccia, l’opera “Relazioni di Bilancio Mediobanca 1947-1982” raccoglie trentasei Relazioni introduttive al bilancio dell’Istituto, oltre a una sintetica biografia di Enrico Cuccia e una breve storia della banca d’affari.

All’interno del volume è presente anche un ricordo di Enrico Cuccia scritto da Vincenzo Maranghi e una introduzione redatta dal Presidente Renato Pagliaro.

EDIZIONE NAZIONALE DELLE OPERE DI CESARE BECCARIA

L’Edizione Nazionale delle opere di Cesare Beccaria si compone di sedici volumi e riunisce tutti gli scritti del grande pensatore lombardo, molti dei quali poco conosciuti o inediti, in un’unica raccolta.

L’opera non è solo una raccolta integrale di testi, ma anche un’edizione critica con appendici, note di commento, saggi, che tracciano una vera e propria storia critica di ogni scritto di Beccaria.

La scelta di pubblicare una raccolta di tutti gli scritti di Cesare Beccaria nasce dalla volontà di Mediobanca di onorare la memoria di Adolfo Tino, presidente dell’Istituto per oltre venti anni.

La scelta della dedica non è casuale: nella figura e nell'attività di Tino si ritrova lo stesso intreccio di ideali di giustizia e di impegno nella vita pubblica che aveva caratterizzato, due secoli prima, l'opera di Cesare Beccaria.

La collana è stata diretta prima da Luigi Firpo, poi da Gianni Francioni.

PALAZZO DI MEDIOBANCA A MILANO

L’opera, pubblicata nel 2013, racconta la storia del palazzo di via Filodrammatici che ospita la sede di Mediobanca dal 1946.

Partendo dai numerosi progetti che hanno abbellito il palazzo, dalle centinaia di fotografie dei particolari che lo caratterizzano, immortalando i pezzi di antiquariato e le decorazioni che si trovano sulle pareti, vengono ripercorse le vicende che hanno coinvolto il palazzo e le famiglie che ne hanno trovato dimora, prima e dopo il passaggio di proprietà dalla famiglia Visconti Ajmi alla famiglia Gnecchi, fino ad arrivare alla proprietà dell’Istituto finanziario.

VILLA DI LUCULLO A ROMA

Mediobanca ha avviato una convenzione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici di Roma per il recupero e la valorizzazione della Villa di Lucullo in piazza di Spagna a Roma.

Nel 1999 in occasione di lavori di sistemazione dell'immobile di Piazza di Spagna, sotto la pavimentazione del cortile sono stati ritrovati i resti di una domus patrizia. Tra i reperti, una vasca, un pavimento in mosaico, affreschi murari in rosso pompeiano, un basamento a tre lati con la figura di una fanciulla in pose diverse, pezzi di architravi e colonne con motivi floreali, una tubazione in piombo con tanto di marchio di fabbrica. La vasca attesta la possibilità degli antichi proprietari di attingere acqua direttamente dall'acquedotto vergine (creato da Agrippa nel 19 a.C., così chiamato da una fanciulla che aveva indicato il luogo delle sorgenti ai soldati che le stavano cercando). L'acquedotto seguiva un percorso iniziale sotterraneo che veniva allo scoperto proprio all'altezza dei giardini di Lucullo (attuale Piazza di Spagna). Il mosaico risale al IV secolo D.C. e rappresenta due atleti che si sono affrontati nel lancio del disco. Il vincitore (probabilmente il proprietario della domus) è ripreso nell'atto di autoincoronarsi ed ha ai suoi piedi la sacchetta della vincita con venti sesterzi.

TEATRO ACCADEMIA DEI FILODRAMMATICI

Alla fine del 2014, Mediobanca ha dato inizio ai lavori di restauro conservativo della facciata del teatro Accademia dei Filodrammatici, situato in piazzetta Ferrari a Milano.

Il restauro ha l’obiettivo di valorizzare i decori e gli intonaci della facciata ed è destinato a dare nuovo prestigio a uno dei monumenti storici del nostro centro cittadino.

Il teatro Accademia dei Filodrammatici è la sede della scuola d’arte drammatica dell'Accademia, che, essendo attiva dal 1805, è una delle più antiche in Europa.

L’Accademia dei Filodrammatici è tra i soci fondatori di École des Écoles, associazione nata per creare un polo europeo di cooperazione culturale in campo teatrale.

ISTITUTO EUROPEO DI ONCOLOGIA

Fondato a Milano da Umberto Veronesi, con il sostegno finanziario e l’appoggio diretto di Mediobanca, l’Istituto IEO è diventato negli anni una struttura d’eccellenza a livello internazionale che svolge attività clinica e di ricerca nel campo oncologico.

L’Istituto Europeo di Oncologia, Istituto di Ricovero e Cura a carattere Scientifico, è un “comprehensive cancer centre”, con finalità non profit, attivo in tre aree: Clinica, Ricerca e Formazione. Lo IEO si propone di raggiungere l’eccellenza nel campo della prevenzione, della diagnosi e della cura dei tumori attraverso lo sviluppo della ricerca clinico scientifica e l’innovazione organizzativa e gestionale, in un contesto di costante attenzione alla qualità del servizio erogato alle persone assistite.

Mediobanca, in qualità di azionista con il 15% circa del capitale, ha sempre sostenuto tutte le attività dell’Istituto.

CHE FUTURO!

L’innovazione è da sempre il cuore della strategia di CheBanca!, la banca multicanale del Gruppo Mediobanca.

Ed è proprio l’innovazione il tema principale di CheFuturo! il giornale online edito da CheBanca!.

Nato nell’aprile 2014, è diventato in pochissimo tempo un successo editoriale e un punto di riferimento per la comunità di startupper, makers e appassionati di innovazione.

CheBanca!, attraverso a CheFuturo!, è editore di una collana di libri sul Futuro dei Soldi e sulla digitalizzazione dei servizi bancari. Inoltre, ha realizzato l’Atlante del Fintech, il primo database sulle principali start-up italiane attive nel settore e la ricerca “Italia, CheFuturo! - Rapporto 2016” sulla cultura dell’innovazione, una fotografia dell’Italia che innova attraverso la consapevolezza dell’importanza del lavoro, della ricerca e dello studio.

www.chefuturo.it

DIGITAL BANKING INDEX

Il CheBanca! Digital Banking Index Italy è il primo studio italiano che misura l’evoluzione dell’online banking in Italia.

Sviluppata insieme alla società di ricerca Human Highway, l’indice vuole essere uno strumento aperto, di sistema, per fornire in maniera stabile e articolata i dati principali di scenario su come gli italiani stanno abbracciando e abbracceranno il digital banking.

www.chebanca.it

ITALIAN FINTECH AWARDS

Il DNA di CheBanca! è quello della startup, consapevole che guardare avanti e immaginare il futuro è la chiave per evolvere e avere successo.

Per questo si è rivolta alle startup più interessanti e innovative del mondo del fintech per trovare progetti concreti capaci di essere integrati e per lasciarsi contaminare da nuove idee, visioni, iniziative.

Lo ha fatto attraverso due contest: nel 2014 ha lanciato CheBanca! Grand Prix e nel 2016 ha replicato con CheBanca! Italian Fintech Awards, la call for ideas dedicata ai giovani talenti del settore che ha premiato il progetto più interessante davanti a una platea di innovatori, blogger e appassionati di Fintech.

SMARTMONEY

Nel 2014 CheBanca! ha dato vita, insieme a StartupItalia!, a SmartMoney, il primo blog dedicato esclusivamente al mondo del fintech che racconta attraverso interviste, video e articoli le novità e le storie più interessanti in Italia e all’estero ed è il blog più riconosciuto del settore.

http://smartmoney.startupitalia.eu

Ultima revisione: 24/02/2017