Come è cambiata la banca

Dal 2003 abbiamo dato inizio a un processo di profondo cambiamento, che ci ha trasformato da holding di partecipazione a gruppo bancario altamente specializzato. Il piano 2016-2019 completerà questo processo, accelerando le dismissioni di quote azionarie per svilupparci ulteriormente nelle attività bancarie.

 

RICAVI BANCARI RADDOPPIATI

Dal 2005 Mediobanca è diventata sempre più banca e sempre meno holding. Nel periodo: 

  • i ricavi bancari sono raddoppiati, passando da 0,9 miliardi a 2,2 miliardi di euro
  • il peso delle partecipazioni è sensibilmente diminuito, passando da un quarto dei ricavi nel 2005 a ca. il 12% oggi
  • la diversificazione corporate/retail è notevolmente migliorata: l’incidenza delle attività retail è raddoppiata a più del 60% dei ricavi bancari di gruppo.


 

ricavi bancari
 
 
 
 
 

Retail include i mutui, private banking  e il credito al consumo – Corporate include wholesale e leasing

EFFICACE DIVERSIFICAZIONE CORPORATE/RETAIL

Dal 2005, il nostro gruppo si è diversificato efficacemente nel retail e nel consumer banking, grazie alla crescita di Compass Banca, all’acquisizione di Linea e al lancio di CheBanca! (entrambe nel 2008).  In particolare:

  • i ricavi retail e consumer banking sono triplicati, da 0,3 a 1,6 mld di euro, e rappresentano ca. il 80% del margine di interesse del gruppo
  • negli ultimi 10 anni, il margine di interesse è raddoppiato e rappresenta oggi circa il 60% dei nostri ricavi totali
  • i ricavi del corporate e investment banking sono cresciuti grazie allo sviluppo internazionale e alla solidità della base ricavi. Sono la parte fondamentale delle nostre attività a base commissionale.

SVILUPPO NEL WEALTH MANAGEMENT

Secondo il nostro piano 2016-2019, le attività di consumer banking verranno focalizzate sul credito al consumo attraverso Compass Banca, mentre CheBanca!, già oggi ben posizionata nel segmento di clientela affluent e premier, diventerà uno dei pilastri della nuova divisione Wealth Management.

RICAVI DI GRUPPO PER PRODOTTO E DIVISIONE (giugno 2019; €mln,%)

 

ricavi gruppo mb
 
 
 

Retail include i mutui, private banking e il credito al consumo – Corporate include wholesale e leasing

IMPIEGHI E PROVVISTA RADDOPPIATI E RIEQUILIBRATI

Dal 2005, grazie alla forte spinta della diversificazione nel retail banking, impieghi e provvista sono raddoppiati e sono più bilanciati. In particolare:

  • gli impieghi sono raddoppiati a ca. 44 miliardi di euro. Sono perfettamente equilibrati fra corporate e retail, che nel periodo è cresciuto dal 25% al 55% del totale
  • la provvista è raddoppiata a 51 miliardi di euro
  • l’indice NSFR (net stable funding ratio) è abbondantemente superiore al 100% e l’indice LR è pari a 8,4%.
impieghi gruppo
 
 

Impieghi: Retail include mutui, private banking e credito al consumo – Corporate include wholesale e leasing
Provvista: Retail include obbligazioni MB al retail, CheBanca! e depositi PB – Corporate include obbligazioni MB all’istituzionale, BCE, e interbancario

IMPIEGHI E PROVVISTA PER DIVISIONE

Dal 2005 a oggi:

  • gli impieghi retail (credito al consumo) sono cresciuti con continuità
  • il credito al consumo è triplicato a 13 miliardi di euro e i mutui si attestano a 9 miliardi
  • gli impieghi corporate sono diminuiti durante la crisi del debito sovrano
  • per quanto riguarda la provvista, le obbligazioni rappresentano 19 miliardi di euro (di cui 47% a investitori retail); i depositi retail si attestano a 22 miliardi di euro e la provvista BCE a 4 miliardi di euro (TLTRO)

 

 


 

impieghi per divisione
 

Gli impieghi retail includono gli impieghi credito al consumo, mutui e private banking
La provvista retail include le obbligazioni al retail, i depositi di CB! e i depositi del PB

SOLIDITÀ DURATURA DEI PRINCIPALI INDICATORI

Abbiamo mantenuto negli anni la nostra eccellenza patrimoniale, con indici di qualità degli attivi senza paragone nel panorama bancario italiano e che si confrontano bene con la media delle banche europee, mentre l’indice di solidità patrimoniale è salito al 14% nonostante l’inasprimento del contesto regolamentare.

Indice costi/ricavi stabile pur con significativi investimenti negli ultimi anni per la crescita del business 

indice costi ricavi
 
 
 

Indice sofferenze nette/ impieghi netti: 1/10 del livello del sistema bancario italiano*

 

indice sofferenze bancarie
 
 
 

* Fonte: ABI


Indici patrimoniali solidi anche in assenza di aumenti di capitale (l’ultimo nel 1998), quasi 4 mld di euro di remunerazione agli azionisti*

 

indici patrimoniali
 
 
 

* Dividendi e riacquisto azioni a partire dal 2005 (incluso dividendo esercizio 2018)

 

Ultima revisione: 02/09/2019