Gestione dei rischi e adeguatezza patrimoniale
 

  • Invia ad un amico
  • Stampa
  • Aggiungi al carrello
  • Visualizza il carrello
  • Mail Alert
  • Feed RSS

L’attività bancaria e finanziaria è caratterizzata da un’implicito grado di incertezza.

L’individuazione, la comprensione e la gestione dei rischi connessi a tale incertezza sono indispensabili per garantire una gestione sana, fruttifera e duratura. Un’adeguata patrimonializzazione, in aggiunta ai processi di gestione del rischio, consente l’assorbimento di perdite non prevedibili (ad esempio: shock sui mercati finanziari).
 

Mediobanca, da sempre distinta per una gestione del rischio improntata su criteri di prudenza e selettività e da un elevato grado di capitalizzazione (superiore ai requisiti minimi e tra i più elevati delle banche italiane), si è dotata di regole, procedure e strutture organizzative atte a:

  • salvaguardare l’integrità del patrimonio della banca a diretto beneficio di azionisti, clienti e dipendenti
  • supportare la formulazione e l’implementazione delle strategie aziendali
  • favorire la crescita sostenibile e duratura della banca e del rendimento per gli azionisti
  • strutturare processi e procedure aziendali efficaci ed affidabili
  • garantire la conformità dell’attività bancaria alle normative e regolamentazioni vigenti.
     

La funzione di Risk Management presiede il funzionamento del sistema del rischio della Banca: 

  • definendo le metodologie di misurazione di rischi, attuali e prospettici, nel rispetto delle scelte gestionali della Banca e delle normative in vigore 
  • svolgendo una attività di monitoraggio degli stessi e di verifica del rispetto dei limiti stabiliti per le diverse linee di business.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ultima revisione: 14/10/2015