Prodotti
 

  • Invia ad un amico
  • Stampa
  • Aggiungi al carrello
  • Visualizza il carrello
  • Mail Alert
  • Feed RSS

Mediobanca è la banca d'affari leader in Italia.

Da oltre 60 anni assistiamo la clientela nei suoi processi di sviluppo imprenditoriale fornendo sia servizi di consulenza professionale sia servizi di finanza, dal più tradizionale credito bancario alle più sofisticate formule finanziarie presenti sui mercati dei capitali.

In Italia siamo da sempre ai vertici delle classifiche per numero di operazioni di M&A ed IPO.

Abbiamo aiutato a realizzare alcune delle transazioni più complesse ed innovative nel Paese e siamo sempre più presenti in operazioni con forte valenza etica, sociale ed ambientale.

Tra le più importanti operazioni in ambito sociale ed ambientale:

Brunello Cucinelli

brunello cucinelli2

Brunello Cucinelli S.p.A. è l’azienda di moda italiana operante nel settore dei beni di lusso, specializzata nel cashmere e divenuta nel tempo uno dei brand più esclusivi nel settore della moda informal luxury a livello mondiale.

Il successo della Brunello Cucinelli S.p.A. affonda le sue radici in una cultura del “made in Italy” fatta di grande qualità, artigianalità, contemporaneità ed esclusività dei prodotti.

La vita dell’impresa si svolge da sempre nel borgo medievale di Solomeo, alle porte di Perugia.

Mediobanca è stata partner finanziario di Brunello Cuccinelli, imprenditore che rappresenta un unico per l'originalità ed etica del prodotto e delle strategie, incentrate sulla valorizzazione del territorio, della storia e delle persone dell’area di appartenenza.

Hera green bonD

GRUPPO HERA june 2014 full

Hera S.p.A. (la "Società") ha disposto in merito all’emissione di un prestito obbligazionario a valere sul programma Euro Medium Term Notes(EMTN) per un ammontare complessivo pari ad euro 500 milioni in linea capitale, da collocarsi esclusivamente presso investitori istituzionali.

I proventi rivenienti da tale prestito obbligazionario saranno impiegati per estinguere anticipatamente parte dell’indebitamento in essere della Società contratto per finanziare taluni progetti ecosostenibili e per il finanziamento di nuovi progetti del medesimo tipo.

In particolare, tali progetti sono finalizzati a perseguire i seguenti obiettivi: lotta al cambiamento climatico; miglioramento della qualità dell’aria; miglioramento della qualità della depurazione acque e recupero di materia dai rifiuti.

Mediobanca è stata Joint Bookrunner e Dealer Manager dell'offerta.

Fondo duemme san patrignano

esperia

Banca Esperia e Fondazione San Patrignano lanciano il Fondo Duemme San Patrignano

Banca Esperia, la Private Bank di Mediobanca e Mediolanum, e Fondazione San Patrignano, che persegue la finalità di accogliere ragazzi e ragazze con gravi problemi di droga, hanno unito le loro forze per raggiungere un obiettivo di valore: sviluppare nuove soluzioni finanziarie in grado di dare un sostegno costante all’attività della Fondazione. Dalla partnership tra la comunità di San Patrignano e il Gruppo Banca Esperia nasce così Duemme San Patrignano, un fondo amministrato da Duemme SGR, la Società di Gestione del Risparmio del Gruppo Banca Esperia, che è in grado di garantire un flusso di ricavi ricorrenti alla Fondazione.

 

fondo Duemme Comitato Maria Letizia Verga

Banca Esperia, la Private Bank di Mediobanca e Mediolanum, e il Comitato Maria Letizia Verga, che ha come missione lo studio e la cura della leucemia del bambino, hanno presentato, a una platea costituita da potenziali investitori, il fondo filantropico “Duemme Comitato Maria Letizia Verga”, nel corso di un evento che si è tenuto presso la Villa Reale di Monza. Il fondo è a disposizione degli investitori a partire da oggi, giovedì 15 ottobre. L’obiettivo del progetto è quello di offrire uno strumento di finanza sociale, in grado di favorire un sostegno finanziario continuativo all’attività del Comitato.

Il fondo “Duemme Comitato Maria Letizia Verga” è il secondogenito di una famiglia di strumenti finanziari dedicati alla filantropia, che Banca Esperia ha ideato e istituito, a partire da aprile 2015, con il lancio del fondo Duemme San Patrignano, e che verrà arricchita nei prossimi mesi con altre iniziative.

Si tratta di un fondo bilanciato con diversificazione globale, gestito da Duemme SGR, la Società di Gestione del Risparmio del Gruppo Banca Esperia, che adotta uno stile flessibile al fine di ottimizzare l’esposizione ai mercati azionari e obbligazionari globali, con un costante e rigoroso controllo del rischio. Dal punto di vista dell’investitore è caratterizzato da un basso livello di rischio e da liquidità giornaliera. Consente al sottoscrittore di realizzare rendimenti analoghi a quelli dei migliori prodotti presenti sul mercato e, al tempo stesso, di sostenere in modo continuativo l’attività filantropica. Il fondo con devoluzione a scopo filantropico, infatti, garantisce la distribuzione di una quota parte del patrimonio in modo ricorrente, per tutti gli anni in cui le somme rimangono investite, assicurando agli enti benefici la possibilità di pianificare attività e progetti.

La caratteristica filantropica del fondo è costituita dal fatto che Banca Esperia, tramite Duemme SGR, gestisce questo strumento applicando commissioni di gestione ridotte del 50% rispetto al livello medio di mercato e destinando alle attività del Comitato la parte di commissioni non percepite. Non vengono, inoltre, applicate commissioni di performance. In questo modo, il costo complessivo sostenuto dall’investitore risulta in linea con gli standard di mercato, pur consentendo di sostenere il Comitato mediante una devoluzione.

“Siamo molto soddisfatti di poter proseguire nell’iniziativa avviata nel primo semestre del 2015 e di aver individuato nel Comitato Maria Letizia Verga il secondo ente interessato – commenta Andrea Cingoli, Amministratore Delegato di Banca Esperia – Questa iniziativa rientra nell’offerta di philantropy advisory che Banca Esperia mette a disposizione ai propri Clienti e che si declina in tre aree di intervento: la governance di progetti filantropici; l’identificazione di strumenti di finanza sociale e, infine, l’avvicinamento a strumenti di impact investing, mediante private club deals, finalizzati a investire in iniziative filantropiche o a impatto sociale”.

Banca Esperia lancia il primo trust onlus

Banca Esperia, la private bank controllata da Mediobanca e Mediolanum, diventa la prima banca italiana a utilizzare lo strumento del trust per perseguire finalità benefiche in alternativa a strumenti più tradizionali come la Fondazione. Proprio gli obiettivi filantropici, sanciti in modo chiaro nell'atto costitutivo, hanno permesso al trust di Esperia di diventare uno dei primi in Italia a ottenere la qualifica di onlus, beneficiando così dalle agevolazioni fiscali previste dall'ordinamento italiano per le organizzazioni non lucrative. Esperia Philanthropy onlus (questo il nome del trust) ha infatti come scopo «l'esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale, mediante devoluzioni in denaro a favore di enti senza scopo di lucro». Il fondo del trust sarà alimentato da Banca Esperia e resterà aperto a donazioni anche da parte di benefattori terzi, i quali potranno indicare una destinazione specifica per il loro contributo. In questo modo sarà possibile partecipare attivamente all'evoluzione di progetti con esclusive garanzie di efficienza e di sicurezza, beneficiando al contempo delle agevolazioni fiscali previste.
Come in ogni trust, anche la gestione di Esperia Philanthropy onlus è affidata a un trustee (un soggetto terzo e indipendente che persegue le finalità indicate nell'atto istitutivo): si tratta di Esperia Trust Company Srl, la società del gruppo Banca Esperia che, nata nel 2005, è stata la prima trust company italiana di emanazione bancaria. E specializzata nella gestione esclusiva di patrimoni complessi costituiti da liquidità e strumenti finanziari, ma anche immobili, partecipazioni e opere d'arte, nonché nella progettazione e nella redazione di atti istitutivi di trust. Il trustee sarà assistito da due organi di particolare importanza previsti dall'atto istitutivo del trust: il Guardiano e il Comitato dei Garanti. Il primo rappresenta una figura di indirizzo e controllo dell'operato del trustee ed esprime il proprio, necessario, parere in merito alle attività di gestione, mentre il Comitato dei Garanti offre supporto nell'individuazione delle migliori strategie di azione per il più efficace perseguimento dello scopo benefico. «Siamo estremamente soddisfatti di poter mettere a disposizione dei nostri clienti una soluzione innovativa dedicata all'esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale», ha affermato a MF-Milano Finanza l'amministratore delegato di Banca Esperia, Andrea Cingoli. «Lo strumento del trust on-lus», ha aggiunto, «arricchisce ulteriormente la nostra offerta di philantropy advisory che si declina in tre aree specifiche: la governance di progetti filantropici ; 1' identificazione di strumenti di finanza sociale e, infine, l'avvicinamento a strumenti di impact investing, mediante club deal, finalizzati a investire in iniziative filantropiche o a impatto sociale». 

Ultima revisione: 22/12/2015