La politica di sostenibilità

La Politica di Sostenibilità di Mediobanca, approvata dal Consiglio di Amministrazione nell’agosto 2017, guida il Gruppo in cinque ambiti specifici:

1.Anticorruzione

Non tolleriamo atti di corruzione attiva o passiva. Operiamo nel rispetto di tutte le leggi in materia, assicurando periodiche attività di formazione, di verifica e di audit. Le nostre relazioni commerciali si basano unicamente sull’offerta dei nostri servizi e sulle relative esigenze dei clienti.

2. Tutela dei diritti umani

Tuteliamo i diritti umani nelle attività quotidiane: esternamente evitiamo rapporti con soggetti potenzialmente a rischio; internamente, rispettiamo le diversità, il diritto e la libertà di associazione e contrattazione collettiva, la tutela della salute e sicurezza sul lavoro. Siamo contro il lavoro forzato e minorile e qualsiasi tipo di molestia fisica, verbale, sessuale o psicologica, abuso, minacce o intimidazioni sul luogo di lavoro.

3. Tutela della diversità e delle pari opportunità

Promuoviamo la cultura inclusiva e non tolleriamo forme di discriminazione sul lavoro. Età, genere, orientamento sessuale, stato civile, religione, lingua, origini etniche o nazionali, disabilità fisiche o mentali, stato di gravidanza, di maternità o paternità anche adottive, convinzioni personali, opinioni politiche, affiliazione o attività sindacale non sono per noi pretesti per discriminare le persone.

4. Protezione ambientale

Orientiamo le nostre scelte per garantire la compatibilità tra iniziativa economica ed esigenze ambientali, nel rispetto delle normative e dei codici di autodisciplina e promuoviamo un business volto a limitare gli impatti legati al business. I nostri impegni in tal senso mirano a monitorare l’efficienza ambientale e la gestione energetica; a razionalizzare il consumo di risorse utilizzate; a migliorare la gestione dei rifiuti e le prestazioni di immobili e impianti attraverso la manutenzione; a perfezionare dei processi collegati ai nostri impatti ambientali indiretti.

5. Investimenti responsabili

Miriamo a prendere decisioni di investimento e finanziamento, valutando oltre i fattori economici, anche quelli ambientali e sociali. Il nostro approccio punta a identificare, valutare, prevenire e ridurre potenziali rischi derivanti da investimenti e finanziamenti a controparti coinvolte in impatti negativi nei campi ambientale, dei diritti umani e dei lavoratori, di corruzione e terrorismo. Escludiamo inoltre attività di investimento potenzialmente non in linea con i principi individuabili attraverso i più riconosciuti standard internazionali o ritenute gravemente rischiose per l’ambiente o la società.

La Politica è stata si applica a tutto il Gruppo, in linea con il Codice Etico, il Codice di Condotta, il Modello Organizzativo 231 e tutte le altre politiche, linee guida, procedure, direttive e disposizioni connesse ai temi centrali individuati dalla Politica.

Per approfondire la Politica di Sostenibilità, clicca qui.

Ultima revisione: 21/11/2017