Indipendenza

Sia all’interno del consiglio di amministrazione della banca sia nelle controllate l’indipendenza è un elemento chiave delle nostre scelte. 

All’interno del consiglio di amministrazione, dove sono presenti membri qualificati secondo precisi criteri di indipendenza, anche a livello delle società.
Tra i consiglieri in carica sono presenti 11 membri su 15 che si qualificano come indipendenti ai sensi del Testo unico della finanza (TUF). Di questi 11, nove sono indipendenti anche ai sensi dell'art.19 dello Statuto

Valutiamo annualmente l’indipendenza di ciascun consigliere sulla base delle informazioni fornite da quest’ultimo e prendendo in considerazione le relazioni che potrebbero compromettere l’autonomia di giudizio di tale consigliere.

Membri del consiglio di amministrazione  Carica Data di nascita Indipendente* Indipendente** Dirigente
Renato Pagliaro ♦ Presidente 20/02/1957     X
Maurizia Angelo Comneno ♦ Vice presidente 18/06/1948  X X  
Alberto Pecci ♦ Vice presidente 18/09/1943      
Alberto Nagel ♦ Ammin. delegato 07/06/1965     X
Francesco Saverio Vinci ♦ Dir. generale 10/11/1962     X
César Alierta  Consigliere 05/05/1945 X X  
Marie Bolloré ♦ Consigliere 08/05/1988   X  
Maurizio Carfagna ♦ Consigliere 13/11/1947 X X  
Maurizio Costa ♦ Consigliere 29/10/1948 X X  
Angela Gamba+ Consigliere 15/08/1970 X X  
Valérie Hortefeux ♦ Consigliere 14/12/1967 X X  
Alberto Lupoi+ Consigliere 29/03/1970 X X  
Elisabetta Magistretti ♦ Consigliere 21/07/1947 X X  
Massimo Tononi♦ Consigliere 22/08/1964 X X  
Gabriele Villa ♦ Consigliere 18/06/1964   X  

* Requisiti di indipendenza ai sensi dell'art. 19 dello Statuto
** Requisiti di indipendenza ai sensi dell’art. 148, comma terzo, del D. Lgs. 58/1998
♦ Tratto dalla Lista presentata dall’azionista Unicredit S.p.A. titolare dell’8,46% del capitale
+ Tratto dalla Lista presentata da un gruppo di investitori titolari dell'3,89% del capitale sociale

La definizione art.19 dello statuto stabilisce i criteri adottati dal consiglio di amministrazione per valutare l'indipendenza dei propri componenti non esecutivi :

  • “se, direttamente o indirettamente, anche attraverso società controllate, fiduciario interposta persona, detiene una partecipazione superiore al 2% o è un esponente di rilievo del relativo gruppo;
  • se è, o è stato nei precedenti tre esercizi, un esponente di rilievo della società o di una sua controllata avente rilevanza strategica;
  • se, direttamente o indirettamente ha, o ha avuto nei tre esercizi precedenti, una significativa relazione commerciale, finanziaria o professionale con il gruppo;
  • se riceve, o ha ricevuto nei precedenti tre esercizi, dal gruppo una significativa remunerazione aggiuntiva rispetto all'emolumento "fisso" di amministratore non esecutivo;
  • se è stato amministratore per più di nove anni negli ultimi dodici anni;
  • se è socio o amministratore di una società o di un'entità appartenente alla rete della società incaricata della revisione legale dell'emittente;
  • se è uno stretto familiare di una persona che si trovi in una delle situazioni di cui ai precedenti punti.”

 

Ultima revisione: 30/10/2017