Indipendenza

Sia all’interno del consiglio di amministrazione della banca sia nelle controllate l’indipendenza è un elemento chiave delle nostre scelte. 

L'indipendenza è un elemento chiave del nostro governo societario, sia all'interno del consiglio di amministrazione, la cui composizione  soddisfa precisi criteri di indipendenza, sia nelle società controllate, dove la nostra prassi consolidata è di nominare membri indipendenti.

Tra i consiglieri in carica dieci su quattordici (1) sono indipendenti ai sensi del Testo unico della finanza (TUF) e  sette sono indipendenti anche ai sensi dell'art.19 dello Statuto.

Valutiamo annualmente l’indipendenza di ciascun consigliere sulla base delle informazioni fornite da quest’ultimo e prendendo in considerazione le relazioni che potrebbero compromettere l’autonomia di giudizio di tale consigliere.

(1)  A seguito dimissioni di César Alierta in data 8 marzo 2018.

Membri del consiglio di amministrazione  Carica Data di nascita Indipendente* Indipendente** Dirigente
Renato Pagliaro ♦ Presidente 20/02/1957     X
Maurizia Angelo Comneno ♦ Vice presidente 18/06/1948    X  
Alberto Pecci ♦ Vice presidente 18/09/1943      
Alberto Nagel ♦ Ammin. delegato 07/06/1965     X
Francesco Saverio Vinci ♦ Dir. generale 10/11/1962     X
Marie Bolloré ♦ Consigliere 08/05/1988   X  
Maurizio Carfagna ♦ Consigliere 13/11/1947 X X  
Maurizio Costa ♦ Consigliere 29/10/1948 X X  
Angela Gamba+ Consigliere 15/08/1970 X X  
Valérie Hortefeux ♦ Consigliere 14/12/1967 X X  
Alberto Lupoi+ Consigliere 29/03/1970 X X  
Elisabetta Magistretti ♦ Consigliere 21/07/1947 X X  
Massimo Tononi♦ Consigliere 22/08/1964 X X  
Gabriele Villa ♦ Consigliere 18/06/1964   X  

* Requisiti di indipendenza ai sensi dell'art. 19 dello Statuto
** Requisiti di indipendenza ai sensi dell’art. 148, comma terzo, del D. Lgs. 58/1998
♦ Tratto dalla Lista presentata dall’azionista Unicredit S.p.A. titolare dell’8,46% del capitale
+ Tratto dalla Lista presentata da un gruppo di investitori titolari dell'3,89% del capitale sociale

La definizione art.19 dello statuto stabilisce i criteri adottati dal consiglio di amministrazione per valutare l'indipendenza dei propri componenti non esecutivi :

  • “se, direttamente o indirettamente, anche attraverso società controllate, fiduciario interposta persona, detiene una partecipazione superiore al 2% o è un esponente di rilievo del relativo gruppo;
  • se è, o è stato nei precedenti tre esercizi, un esponente di rilievo della società o di una sua controllata avente rilevanza strategica;
  • se, direttamente o indirettamente ha, o ha avuto nei tre esercizi precedenti, una significativa relazione commerciale, finanziaria o professionale con il gruppo;
  • se riceve, o ha ricevuto nei precedenti tre esercizi, dal gruppo una significativa remunerazione aggiuntiva rispetto all'emolumento "fisso" di amministratore non esecutivo;
  • se è stato amministratore per più di nove anni negli ultimi dodici anni;
  • se è socio o amministratore di una società o di un'entità appartenente alla rete della società incaricata della revisione legale dell'emittente;
  • se è uno stretto familiare di una persona che si trovi in una delle situazioni di cui ai precedenti punti.”

 

Ultima revisione: 12/03/2018