Comitati del Consiglio
 

  • Invia ad un amico
  • Stampa
  • Aggiungi al carrello
  • Visualizza il carrello
  • Mail Alert
  • Feed RSS

Il Consiglio di Amministrazione costituisce nel proprio ambito i tre comitati previsti dalla normativa regolamentare: il Comitato Rischi, il Comitato Remunerazioni e il Comitato Nomine.

Comitato rischi

Il Comitato ha funzioni consultive ed istruttorie sul sistema dei controlli interni, sulla gestione dei rischi, sull’assetto informatico contabile. In particolare, in relazione al sistema dei controlli interni, il Comitato:

  • esprime parere non vincolante sulla nomina e revoca dei soggetti preposti alla funzione di controllo interno e all’attività di compliance, sulle loro retribuzioni, sulla loro autonomia e sui mezzi assicurati per l’esercizio delle loro funzioni;
  • verifica l’adeguatezza delle strutture e delle procedure di controllo interno nonché l’adeguatezza dei flussi informativi funzionali all’espletamento delle procedure di controllo interno;
  • esamina il piano di lavoro del preposto al controllo interno nonché, con periodicità almeno semestrale, la relazione sull’attività svolta.

In ordine alla gestione dei rischi:

  • svolge funzioni di monitoraggio, istruzione, supporto al Consiglio di Amministrazione in ordine al controllo delle politiche di gestione del rischio anche di conformità alla normativa ed ai Regolamenti applicabili (c.d. “compliance”) ed alla loro coerenza con gli indirizzi strategici;
  • verifica periodicamente la funzionalità ed efficienza del sistema e delle procedure di controllo e presidio dei rischi, riferendo al Consiglio di Amministrazione;
  • esamina il progetto di determinazione dell’adeguatezza in termini attuali e prospettici, del capitale complessivo della Banca a livello consolidato rispetto ai rischi rilevanti cui sono esposti la Banca e il Gruppo (ICAAP), riferendo al Consiglio di Amministrazione.

In ordine alle attribuzioni sull’assetto informativo contabile, il Comitato valuta la conformità alla normativa primaria e secondaria applicabile delle determinazioni del preposto alla redazione dei documenti contabili, dei revisori nonché del Consiglio di Amministrazione in ordine al corretto utilizzo dei principi contabili e della loro omogeneità ai fini della redazione del bilancio d’esercizio e del bilancio consolidato, ed in genere svolge funzioni istruttorie per l’assunzione, da parte del Consiglio di Amministrazione, delle determinazioni sui documenti contabili di sua competenza.
Alle riunioni partecipa il Collegio Sindacale.

Inoltre il Comitato  Rischi svolge la funzione di Comitato Parti Correlate con il compito di:

  • esprimere parere vincolante sull’adozione e su eventuali modifiche della Procedura;
  • esprime motivato parere sull’interesse della Banca al compimento delle operazioni con parti correlate.

Composizione e requisiti

Il Comitato è composto da quattro consiglieri indipendenti.  

Comitato rischi Revisore <> Indip. Cod. Aut. * Indip. TUF **
Elisabetta Magistretti (Presidente) X X X
Mauro Bini   X X
Maurizio Carfagna   X X
Vanessa Labérenne   X X

<> Iscrizione Registro Revisori.
*   Requisiti di indipendenza ai sensi del Codice di Autodisciplina
**  Requisiti di indipendenza ai sensi dell’art. 148, comma terzo, del TUF.

Comitato Nomine

Il Comitato Nomine svolge le funzioni previste dalla normativa regolamentare e dal Codice di Autodisciplina, supportando il Consiglio di Amministrazione nel processo di nomina dei consiglieri (ad es. in caso di cooptazione), nel processo di board evaluation e nella definizione dei piani di successione nelle posizioni di vertice dell’esecutivo.

Composizione e requisiti

Il Comitato è composto da cinque membri non esecutivi, in maggioranza indipendenti. 
 

Comitato Nomine Indip. Cod. Aut.* Indip. TUF**
Mauro Bini (Presidente) X X
Renato Pagliaro    
Marie Bolloré   X
Maurizio Costa  X X
Elisabetta Magistretti X X
* Requisiti di indipendenza ai sensi del Codice di Autodisciplina.
** Requisiti di indipendenza ai sensi dell’art. 148, comma terzo, del TUF.


 

Comitato Remunerazioni

Il Comitato ha funzioni consultive ed istruttorie per la determinazione dei compensi degli amministratori investiti di particolari cariche e del Direttore Generale se nominato nonchè sulle politiche di remunerazione e di fidelizzazione relative al personale del Gruppo presentate dall'Amministratore Delegato.

Alle riunioni del Comitato partecipano il Collegio Sindacale e, con funzioni consultive, l’Amministratore Delegato e il Direttore Generale.

Composizione e requisiti

Il Comitato è composto da cinque componenti non esecutivi e in maggioranza indipendenti.

Comitato Remunerazioni Indip. Cod. Aut.* Indip. TUF**
Vanessa Labérenne (Presidente) X X
Maurizio Carfagna X X
Maurizio Costa X X
Elisabetta Magistretti X X
Alberto Pecci    
* Requisiti di indipendenza ai sensi del Codice di Autodisciplina
** Requisiti di indipendenza ai sensi dell’art. 148, comma terzo, del TUF.